4 Marzo 2015

Hitler e Edoardo VIII, molto più che una simpatia

Hitler e Edoardo VIII, molto più che una simpatia Tempo di lettura: < 1 minute

«Edoardo VIII, il re che rinunciò al trono per amore di Wallis Simpson, era molto più legato a Hitler e al nazismo di quanto si sapesse. Durante la guerra, era arrivato addirittura ad auspicare che i bombardamenti su Londra si intensificassero per costringere la Gran Bretagna a trattare la resa, e Hitler gli aveva promesso di rimetterlo sul trono alla conclusione del conflitto». Inizia così un articolo della Stampa del 2 marzo che riporta documenti segreti pubblicati dal Mail on Sunday ad opera dello scrittore Eduard Morton.

 

Nota a margine. Che Edoardo VIII, il quale abdicò nel 1936 in favore del fratello Albert, avesse avuto dei legami con il Führer è cosa nota, ma questi documenti riservati, in particolare le registrazioni dei dialoghi dell’ex re durante il suo esilio in Spagna, dove «frequentava la nobiltà legata ai fascisti e al dittatore Francisco Franco», rendono un’altra idea di quei legami: non una mera simpatia, come da resoconti storici, ma un legame molto più profondo.

Queste rivelazioni offrono un ulteriore spunto di riflessione su un recente passato che, nonostante l’intenso lavoro storico, presenta ancora diversi e importanti lati oscuri.