20 Luglio 2012

Dopo la Siria, il Libano

Dopo la Siria, il Libano Tempo di lettura: < 1 minute

«Credo che, più che un futuro libanese per la Siria, sia da temere un futuro siriano per il Libano. Nel senso che la caduta del regime di Damasco destabilizzerà fatalmente il fragile equilibrio libanese. E potrebbe tentare Israele (…). Gli Hezbollah perderanno gli aiuti iraniani, che passano appunto per la Siria. Sarebbero isolati. E gli israeliani potrebbero pensare che sia venuto il momento di farla finita con loro». Così il francese Gilles Kepel, uno degli osservatori più attenti del mondo arabo, sulla Stampa del 20  luglio.