26 Luglio 2013

Papa Francesco: siamo vasi di creta che salva solo Gesù

Papa Francesco: siamo vasi di creta che salva solo Gesù Tempo di lettura: < 1 minute

San Paolo

«E per tutti noi, consacrati, religiosi, sacerdoti, vescovi, questo è un denominatore comune: abbiamo ricevuto un regalo e tutti siamo vasi di creta. Il problema è come portare avanti questa tensione: sempre perde l’equilibrio. Lungo la storia della Chiesa appaiono uomini e donne che ricevono il dono, sanno che sono di creta, ma nell’arco della vita si entusiasmano in modo tale che si dimenticano di essere di creta o si dimenticano che il dono è un dono grande». Così Papa Francesco nella Messa del 25 luglio celebrata nella cappella del Centro di spiritualità e incontri di Sumaré, riprenendo le parole di san Paolo ai Corinzi. Il tesoro, spiega il Pontefice, «è la rivelazione di Dio in Gesù Cristo» che l’apostolo delle genti cerca di spiegare sottolineando la «tensione» che esiste «tra la grandezza del regalo» e la «bassezza di chi lo riceve». «La Chiesa – ha proseguito – ha sofferto molto e soffre molto ogni volta che uno dei chiamati a ricevere il tesoro in vaso di creta accumula tesori, si dedica a cambiare la natura della creta e crede di essere migliore, di non essere più di creta. Siamo di creta fino alla fine, da questo non ci salva nessuno. Ci salva Gesù a modo suo, ma non alla maniera umana del prestigio, delle apparenze, di avere dei posti rilevanti […] Voi siete per servire. Vaso di creta e grandezza di Gesù».