11 Settembre 2013

Papa Francesco, la Chiesa e il dono della fede

Papa Francesco, la Chiesa e il dono della fede Tempo di lettura: 2 minuti

Il battistero di San Giovanni in Laterano

La Chiesa «ci genera nella fede, per opera dello Spirito Santo che la rende feconda, come la Vergine Maria. La Chiesa e la Vergine Maria sono mamme ambedue». Così Papa Francesco nell’udienza generale dell’11 settembre a San Pietro. «Noi – ha proseguito – non diventiamo cristiani da soli e con le nostre forze, ma la fede è un regalo, è un dono di Dio che ci viene dato nella Chiesa e attraverso la Chiesa. Quello è […] il momento in cui ci dona la vita di Dio, ci genera come madre. Se andate al Battistero di San Giovanni in Laterano […] all’interno c’è un’iscrizione latina che dice più o meno così: “Qui nasce un popolo di stirpe divina, generato dallo Spirito Santo che feconda queste acque; la Madre Chiesa partorisce i suoi figli in queste onde”. È bello, eh?». «La data del battesimo – ha ricordato – è la data della nostra nascita alla Chiesa, la data nella quale la mamma Chiesa ci ha partorito […]. Quando oggi tornate a casa, andate a cercare bene qual è la data del vostro battesimo», «per ringraziare il Signore», «per averla nel cuore e festeggiarla». Una mamma, ha poi aggiunto, «con grande cura aiuta i suoi figli a crescere […]. La Chiesa come buona madre fa la stessa cosa: accompagna la nostra crescita trasmettendo la Parola di Dio, che è una luce che ci indica il cammino della vita cristiana; amministrando i Sacramenti. Ci nutre con l’Eucaristia, ci porta il perdono di Dio attraverso il Sacramento della Penitenza, ci sostiene nel momento della malattia con l’Unzione degli infermi». «Nei primi secoli della Chiesa – ha concluso -, era ben chiara una realtà: la Chiesa […], mentre “fa” i cristiani, è anche “fatta” da essi […]. Tutti partecipiamo della maternità della Chiesa, tutti siamo Chiesa: tutti; affinché la luce di Cristo raggiunga gli estremi confini della terra».