10 Giugno 2014

L'arcivescovo di Canterbury: seguo l'esempio di Papa Francesco e prego per la pace

L'arcivescovo di Canterbury: seguo l'esempio di Papa Francesco e prego per la pace Tempo di lettura: < 1 minute

Al ritorno da un suo viaggio in Nigeria, Paese nel quale dilaga la follia di Boko Haram, l’arcivescovo di Canterbury e primate della Chiesa anglicana Justin Welby ha risposto ad alcune domande alla BBC (6 giugno). Interpellato sulla motivazione della sua visita ha risposto: «Il motivo principale per cui ho fatto questo viaggio era per pregare con il Presidente, molto simile a quanto ha fatto il Papa. Sto seguendo il suo esempio, se devo dire la verità, come lui ha chiesto preghiere per il Medio Oriente… La cosa più importante che possiamo fare è pregare. La preghiera cambia le cose, come cristiano sono profondamente convinto di questo».

 

Nota a margine. Bello questo ecumenismo della preghiera, che non vive di incontri o simbolismi, più o meno vani, ma di preghiera. Che, come dimostra l’esempio dell’arcivescovo di Canterbury, unisce più di altre cose.