20 Aprile 2014

Il Papa: se Cristo non fosse risorto il cristianesimo perderebbe il suo valore

Il Papa: se Cristo non fosse risorto il cristianesimo perderebbe il suo valore Tempo di lettura: < 1 minute

Riportiamo un passaggio del messaggio Urbi et Orbi, nella Pasqua del Signore, di Papa Francesco: «Risuona nella Chiesa sparsa in tutto il mondo l’annuncio dell’angelo alle donne: “Voi non abbiate paura! So che cercate Gesù, il crocifisso. Non è qui. E’ risorto… venite, guardate il luogo dove era stato deposto”. Questo è il culmine del Vangelo, è la Buona Notizia per eccellenza: Gesù, il crocifisso, è risorto! Questo avvenimento è alla base della nostra fede e della nostra speranza: se Cristo non fosse risorto, il cristianesimo perderebbe il suo valore; tutta la missione della Chiesa esaurirebbe la sua spinta, perché è da lì che è partita e che sempre riparte. Il messaggio che i cristiani portano al mondo è questo: Gesù, l’amore incarnato, è morto sulla croce per i nostri peccati, ma Dio Padre lo ha risuscitato e lo ha fatto Signore della vita e della morte. In Gesù, l’Amore ha vinto sull’odio, la misericordia sul peccato, il bene sul male, la verità sulla menzogna, la vita sulla morte.

Per questo noi diciamo a tutti: “Venite e vedete!”. In ogni situazione umana, segnata dalla fragilità, dal peccato e dalla morte, la Buona Notizia non è soltanto una parola, ma è una testimonianza di amore gratuito e fedele».