22 Maggio 2014

Il Papa: lo Spirito Santo "ci porta a compiere i comandamenti, così, naturalmente"

Il Papa: lo Spirito Santo "ci porta a compiere i comandamenti, così, naturalmente" Tempo di lettura: 2 minuti

«Gesù sull’amore dice una cosa nuova: “Non solo amate, ma rimanete nel mio amore” […] La vocazione cristiana è questo: rimanere nell’amore di Dio, cioè, respirare, vivere di quell’ossigeno, vivere di quell’aria. Rimanere nell’amore di Dio. E con questo chiude la profondità del suo discorso sull’amore e va avanti. E com’è l’amore suo? ‘Come il Padre ha amato me, anche Io ho amato voi’. E’ un amore che viene dal Padre. Il rapporto d’amore fra Lui e il Padre è anche un rapporto d’amore fra Lui e noi. E a noi chiede di rimanere in questo amore, che viene dal Padre». Così il Papa nell’omelia della messa celebrata presso la Casa Santa Marta il 22 maggio.

Questo amore, ha aggiunto Francesco, è custodito «quando noi rimaniamo nei suoi comandamenti», ma anche l’obbedienza ai comandamenti del Signore è una grazia dello Spirito santo, dell’amore di Dio, infatti, l’amore «ci porta a compiere i Comandamenti, così, naturalmente. La radice dell’amore fiorisce nei Comandamenti».

Questo «amore che non viene dal mondo» dà pace, ha proseguito:, e «la gioia, che è come il segno del cristiano. Un cristiano senza gioia o non è cristiano o è ammalato. Non c’è un’altra! La sua salute non va bene lì! La salute cristiana. La gioia! Una volta ho detto che ci sono cristiani con la faccia da peperoncino in aceto… Sempre la faccia così! Anche l’anima così, questo è brutto! Questi non sono cristiani. Un cristiano senza gioia non è cristiano. E’ come il sigillo del cristiano, la gioia. Anche nei dolori, nelle tribolazioni, nelle persecuzioni pure».

Quindi ha concluso esortando a pregare il «grande dimenticato», ovvero lo Spirito Santo «E Lui è il dono, il dono che ci dà la pace, che ci insegna ad amare e che ci riempie di gioia. Nella preghiera abbiamo chiesto al Signore: “Custodisci il tuo dono”. Abbiamo chiesto la grazia che il Signore custodisca lo Spirito Santo in noi. Il Signore ci dia questa grazia: di custodire sempre lo Spirito Santo in noi, quello Spirito che ci insegna ad amare, ci riempie di gioia e ci dà la pace».