22 Aprile 2013

Il Papa ai sacerdoti: ricordate che la Parola di Dio non è proprietà vostra

Il Papa ai sacerdoti: ricordate che la Parola di Dio non è proprietà vostra Tempo di lettura: < 1 minute

«Consapevoli di essere stati scelti fra gli uomini e costituiti in loro favore per attendere alle cose di Dio, esercitate in letizia e carità sincera l’opera sacerdotale di Cristo, unicamente intenti a piacere a Dio e non a voi stessi. Siete Pastori, non funzionari. Siete mediatori, non intermediari […] Abbiate sempre davanti agli occhi l’esempio del Buon Pastore, che non è venuto per essere servito, ma per servire, e per cercare di salvare ciò che era perduto». Così Papa Francesco ai dieci nuovi sacerdoti della diocesi di Roma, ordinati nella messa del 21 aprile a S. Pietro. «Vi chiedo in nome di Cristo e della Chiesa: per favore, non vi stancate di essere misericordiosi». «Dispensate a tutti quella Parola di Dio, che voi stessi avete ricevuto con gioia. Ricordate le vostre mamme, le vostre nonne, i vostri catechisti, che vi hanno dato la Parola di Dio, la fede… il dono della fede!». «Ricordate anche – ha aggiunto – che la Parola di Dio non è proprietà vostra: è Parola di Dio. E la Chiesa è la custode della Parola di Dio».