2 Aprile 2013

Il papa: a volte le lacrime sono gli occhiali per vedere Gesù

Il papa: a volte le lacrime sono gli occhiali per vedere Gesù Tempo di lettura: 2 minuti

Commentando l’episodio del Vangelo in cui Maria di Magdala va al sepolcro e piange perché lo trova vuoto, papa Francesco ha detto che quella donna aveva visto il: «fallimento di tutte le sue speranze. Il suo amore non c’è più e piange».  Eppure essa «non dice “ho fallito”. Strano no? Piange semplicemente. Vedete, alle volte nella nostra vita gli occhiali per vedere Gesù sono le lacrime. C’è un momento della nostra vita che solo le lacrime ci preparano a vedere Gesù. E quale è il messaggio di questa donna? “Ho visto il Signore”». Quindi accennando ai momenti bui attraverso i quali tutti passiamo, ha chiesto: «Abbiamo avuto quel dono delle lacrime che preparano gli occhi a vedere il Signore? Vedendo questa donna che piange possiamo anche noi domandare il dono delle lacrime. È una bella grazia. Una bella grazia. Piangere è il frutto di tutto: del bene, dei nostri peccati, delle grazie, della gioia pure; piangere di gioia! (…). Il pianto ci prepara a vedere Gesù. E il Signore ci dia la grazia, a tutti noi, di poter dire con la nostra vita “ho visto il Signore”. “Perché, ti è apparso?”. “No, non so: ma l’ho visto, l’ho visto nel cuore. E perché l’ho visto vivo in questa maniera”. Questa è la testimonianza. “Ho visto il Signore”, bello». Questa sintesi dell’omelia del vescovo di Roma, tenuta nel corso di una messa celebrata alla Domus santae Martae, in presenza di funzionari vaticani, è apparsa sull’Osservatore romano del 2-3 aprile.