24 Dicembre 2014

Notes, 24 dicembre 2014

Notes, 24 dicembre 2014 Tempo di lettura: < 1 minute

Natale. «Gesù bambino ti riempia dei suoi divini carismi, ti faccia provare le gioie dei pastori e degli angioli e t’investa tutto del fuoco di quella carità per la quale si fece il più piccolo fra noi, e ti faccia diventare piccolo bimbo pieno di amabilità, semplicità, amore». È bello l’augurio di questo scritto di padre Pio che don Giacomo Tantardini fece pubblicare su 30giorni e che piace ritrovare in questo Natale 2014.

 

Uno scritto che riecheggia le promesse del Vangelo riguardo al cuore bambino al quale è riservato il Paradiso del Signore. Il cuore bambino che a noi poveri peccatori è dato, come ai pastori in quella notte buia, per stupore. Stupore di fronte alle meraviglie, piccole o grandi che siano, che opera il Signore. Come l’incantato del presepe del quale si accenna nella rubrica Impressioni.

È in questo incanto che si torna bambini, anche se per breve tempo su questa terra e per sempre solo in Paradiso. Bambini come Gesù, il più piccolo fra noi, il Paradiso disceso a illuminare il buio del nostro povero cuore, le tenebre di questo povero mondo.

Feliz Navidad.