22 Maggio 2013

Berlusconi: "ineleggibile? Non esiste" Pd, il no di Violante, Fassina e Orfini

Tempo di lettura: < 1 minute

Salta la nomina del presidente della Commissione che deve valutare la richiesta di ineleggibilità proposta dal movimento Cinque stelle. Tempi più lunghi, anche perché nel Pd c’è maretta. Una simile proposta era stata avanzata in passato, e il Pd l’aveva respinta. Cosa che ricorda ai suoi Luciano Violante. Ma anche altri del Pd non sembrano convinti dell’idea: aveva iniziato Renzi ieri a criticare la proposta; nel tempo si sono aggiunti altri autorevoli esponenti del Pd. Usare un cavillo per mettere fuori gioco il Cavaliere creerebbe ulteriore confusione nel quadro politico: la caduta del governo e polemiche a non finire, con una coda di lacerazioni nella società civile. Berlusconi scherza sulla cosa, ma tra i suoi c’è chi minaccia di far cadere il governo nel caso in cui venga accolta la richiesta del M5S, cosa d’altronde inevitabile. Vedremo come andrà a finire.