3 Maggio 2013

Ratzinger in Vaticano: due Papi Oltretevere

Tempo di lettura: < 1 minute

Torna in Vaticano Joseph Ratzinger e viene accolto da Papa Francesco. La sua nuova dimora sarà il convento Mater Ecclesiae, dove studierà e pregherà fino a quando Dio vorrà. 

Colpisce la polemica di Vittorio Messori, il quale critica tale decisione dalle pagine della Stampa: secondo il noto giornalista, l’emerito è troppo vicino al suo successore; potrebbe dargli consigli e questo sarebbe sconveniente. Meglio sarebbe stato se Ratzinger avesse eletto sua nuova dimora un luogo altro, distante dal Vaticano.

Forse Ratzinger deve aver pensato che se si fosse recato in qualche convento in Baviera, come auspicato da tanti, il luogo sarebbe divenuto meta di pellegrinaggi, creando una dicotomia tra il precedente Papa e l’attuale. Ma, al di là delle considerazioni geografiche, sfugge la “tragedia” rappresentata da un eventuale colloquio tra il nuovo vescovo di Roma e il suo predecessore: ben altri, purtroppo, sono i problemi che attanagliano la Chiesa in questo momento. Quelli, per essere espliciti, che hanno “bloccato” il Pontificato di Papa Ratzinger (vedi Notes del 4 marzo).

Ma al di là di considerazioni di stretta attualità, resta la fotografia dei due uomini vestiti di bianco che si abbracciano. Un abbraccio nel quale abita tutto il cristianesimo, che vive di Tradizione e di novità nello Spirito Santo.