12 Aprile 2013

Eurozona in allarme "Disoccupazione mai a questi livelli"

Tempo di lettura: < 1 minute

Il bollettino mensile della Bce rende noto un dato che è sotto gli occhi di tutti: la disoccupazione nell’eurozona ha raggiunto il 12%, un livello mai raggiunto prima. Nella loro disamina, gli analisti della Bce spiegano come rispetto al luglio del 2008, ovvero prima del crack della Lehman Brothers che è stato il momento in cui è esplosa la crisi, i disoccupati sono 13,4 milioni in più. Per l’Italia il calcolo è di 5 milioni e 800 mila persone senza lavoro. E questo nonostante l’austerity imposta dal governo e dall’Europa abbia stretto le famiglie in una morsa di ferro.

Per la ripresa dell’eurozona si spera nella seconda metà dell’anno, dettaglia ancora il bollettino, ma, spiegano ancora, tale prospettiva è «soggetta a rischi al ribasso». Insomma, forse ci sarà, forse no: analisi lucida e profonda, che avrebbe potuto fare qualsiasi studente di scuola media. Gli interrogativi riguardo allo stato di crisi in cui versa l’Europa vertono proprio sui controllori della finanza e fanno sorgere una domanda: quis custodiet custodes?