28 Luglio 2012

Bartolomeo I: la pace che supera ogni intelligenza, Cristo, illumini tutti gli uomini

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Patriarca ecumenico di Costantinopoli, Sua Beatitudine Bartolomeo I, ha inviato nei giorni scorsi un messaggio di solidarietà al patriarca della Chiesa ortodossa di Antiochia, Ignatius IV Hazim, pastore di un gregge stremato dal prolungarsi del sanguinoso conflitto siriano. Riportato sull’Osservatore romano del 28 luglio, lo pubblichiamo di seguito:  «Vivendo il nostro ministero primaziale dalla nostra storica cattedra secolare come un ministero di amore e di sollecitudine per tutte le Chiese di Dio, abbiamo ancora davanti a noi la parola del divino apostolo Paolo, che soggiornò nella sua sua santissima Chiesa dove ha insegnato la parola del Signore crocifisso e risorto. In questo spirito apostolico, seguendo dal nostro santo centro, e anche a titolo personale, la situazione del Paese in cui si trova il suo antico patriarcato, siamo vicini a lei, venerabile beatitudine, alla sua gerarchia, al suo santo clero e al suo gregge, e le assicuriamo che continueremo con le nostre preghiere alzando le mani al Dio della pace, e rivolgiamo a Lui le nostre suppliche per la pace nel mondo intero e la stabilità della santissima Chiesa di Antiochia. In particolare per la tutela del dono, dato da Dio, della vita a ogni essere umano, pregando ardentemente affinché il Signore Dio riduca i giorni della prova perché ogni persona lodi e glorifichi il suo santo nome. Dal profondo del cuore preghiamo affinché la pace che supera ogni intelligenza, Cristo, illumini tutti gli uomini e li guidi verso il compimento dei suoi comandamenti, accordando ogni dono eccellente e ogni grazia perfetta per superare le difficoltà e il trionfo dell’amore verso il prossimo. La abbracciamo ed esprimiamo il nostro profondo amore e rispetto in Cristo».