28 Luglio 2012

Appello per la pace in Siria del patriarca della Chiesa ortodossa di Antiochia

Tempo di lettura: < 1 minute

«Rivolgiamo un invito alle parti, nella Siria lacerata e all’estero, per porre fine a tutte le azioni ostili in corso da ovunque esse provengano. Un numero incalcolabile di arabi musulmani e cristiani, uomini, donne e bambini muoiono ogni giorno vittime delle bombe. Gli ospedali sono pieni di feriti e il gemito umano è diventato un gemito permanente e ininterrotto. Noi arabi in Siria, indipendendemente dalla nostra religione, abbiamo il diritto di vivere in pace nel nostro Paese». Così il Patriarca di Antiochia, Sua beatitudine Ignatius IV Hazim, in un rinnovato, accorato appello per fermare le violenze in Siria e riportato sull’Osservatore romano del 28 luglio.