25 Marzo 2013

Cipro, dall'Eurogruppo via libera all'accordo congelati i depositi più ricchi

Tempo di lettura: < 1 minute

I ministri finanziari dell’eurozona trovano l’accordo con Cipro e salvano la piccola isola del Mediterraneo dalla bancarotta. Resta l’imposizione di un prelievo forzoso sui conti, che aveva dato il via a una protesta popolare e dei politici dell’isola, ma solo su quelli più ricchi. 

Per ora Cipro è salva. E con lei in qualche modo anche la stabilità dell’eurozona, i cui mercati erano andati in fibrillazione dopo la scoperta del buco cipriota. Ma resta il problema di un mercato pronto a collassare a ogni stormir di fronde, al quale necessitano correttivi di ben altra natura che non i prestiti in extremis. Ma questa è un’altra storia.