21 Marzo 2013

La berretta rossa a Baldisseri quella mossa a fine Conclave che ipoteca il segretario di Stato

Tempo di lettura: < 1 minute

C’era una berretta rossa imprevista sul balcone dal quale si è affacciato il nuovo vescovo di Roma nel giorno della sua elezione. Era quella di monsignor Lorenzo Baldisseri, ex nunzio in Brasile e numero due della Congregazione dei vescovi. Monsignore l’aveva ricevuta direttamente dal papa che, al momento della sua elezione, ha indossato quella bianca e ha dato la sua al monsignore. Lo stesso Baldisseri ne ha anche parlato a caldo, rivelando l’episodio alle agenzie. Sarà cardinale quindi? possibile. I giornali si interrogano su un suo futuro incarico alla segreteria di Stato, al posto di Tarcisio Bertone che va a lasciare. Ma è presto per dirlo, cricolano anche altri nomi e dopo il totopapa pre-conclave alquanto bizzarro è bene vagliare con prudenza quel che scrivono i giornali. Infine, e non da ultimo, c’è anche da vedere se la segreteria di Stato resterà l’organismo che si è visto finora o se il nuovo vescovo di Roma riuscirà a cambiare. Nel tempo, il segretario di Stato ha assunto competenze e ruoli che in tanti reputano sia il caso di  ridimensionare.