20 Marzo 2013

Siria, il giallo degli attacchi chimici

Tempo di lettura: < 1 minute

Attacchi con gas nervino in Siria. Il governo accusa i ribelli e diffonde un video alquanto significativo. I ribelli, ovviamente, accusano il governo. Oltre ai nuovi lutti, l’oscura vicenda segna un momento drammatico della guerra civile siriana: la Clinton, ancora a capo del Dipartimento di Stato americano, aveva ammonito Damasco a non usarli, pena un intervento diretto degli Usa nel conflitto. E tempo fa il governo di Damasco aveva fatto pervenire all’Onu una missiva in cui spiegava che i ribelli si erano impossessati di armi chimiche e che le avrebbero usate per incolpare il governo e così coinvolgere l’Occidente nel conflitto.

In un momento in cui la diplomazia internazionale sembra vicina a imboccare una via verso una possibile risoluzione  del conflitto, sembra che qualcuno stia tentando di far saltare il banco. Non c’è che augurarsi che la diplomazia continui a tessere la sua tela nonostante tutto.