19 Marzo 2013

La misericordia e la Chiesa con e per i poveri, facce della stessa medaglia

Tempo di lettura: < 1 minute

«La misericordia c’è già nell’Antico Testamento, ma è soprattutto nel Nuovo che diventa centrale. Gesù annuncia un Dio misericordioso, e questa è la differenza specifica del cristianesimo: non un Dio qualsiasi ma un Dio che “è” misericordia. E questo corrisponde anche all’opzione preferenziale di papa Francesco per i poveri: la misericordia e la Chiesa povera, con e per i poveri, sono due facce della stessa medaglia (…), Lui pensa a una Chiesa umile, che significa anche una Chiesa rispettosa delle convinzioni altrui. Mi è molto piaciuta la “benedizione silenziosa” durante l’udienza di voi gionalisti. Non dare la solita benedizione apostolica significa dire: non forzarvi, vi rispetto, abbiamo qualcosa da dire ma nel rispetto». Così il cardinale Walter Kasper sul Corriere della Sera del 18 marzo.