25 Gennaio 2013

Bengasi, scatta l'allarme di Londra "Occidentali minacciati, andate via"

Tempo di lettura: < 1 minute

Allarme per gli occidentali che lavorano nel territorio di Bengasi (per inciso la zona da cui partì la rivolta contro il regime del Colonnello Gheddafi). A lanciarlo è stata la Gran Bretagna, che ha chiesto ai suoi concittadini di abbandonare la regione. Stesso allarme è stato lanciato dalle autorità tedesche e olandesi.

A Bengasi, alcuni mesi fa, è stato ucciso l’ambasciatore degli Stati Uniti e, di recente, è stato il console italiano in Libia a scampare a un attentato.

La regione è diventata un brodo di coltura per il fondamentalismo islamico e il terrorismo internazionale. Insomma, rovesciato il regime di Gheddafi, l’Europa si ritrova un Afghanistan alle porte di casa.

Tanti lo avevano paventato, ora è sotto gli occhi di tutti. Resta da chiedersi se chi ha sostenuto la guerra contro il Colonnello, nelle forme in cui è stata condotta, sia stato soltanto poco lungimirante oppure altro.