22 Gennaio 2013

Cosentino scaricato dal Pdl

Tempo di lettura: < 1 minute

Storica giornata politica ieri, con i vertici del Pdl che inseguono Nicola Cosentino il quale, dopo la sua mancata candidatura nel partito, trafuga le liste della Campania rendendone impossibile la presentazione. La politica ci sta abituando a tutto, ma il trafugamento delle liste avvenuto ieri rimarrà nella aneddotica politica per i decenni a venire. 

Per la cronaca, Nicola Cosentino è stato scaricato dal suo partito perché accusato di collusioni con la camorra di Casal del Principe. Su di lui pende un mandato di arresto sventato dal voto della Camera, che potrebbe in un futuro non troppo lontano tramutarsi in carcere vero e proprio.

La scelta del Pdl rientra nella strategia di Berlusconi di presentarsi alle elezioni con facce più presentabili: a fare le spese di questa nuova stagione politica, oltre a Nik o’mericano, Marcello Dell’Utri e Claudio Scajola. Pare che i sondaggi stiano premiando questa linea. 

Sempre per la cronaca, ma stavolta nera, ieri a Casal del Principe è stato arrestato Carmine Schiavone, l’ultimo dei figli del boss dei casalesi Francesco Schiavone detto Sandokan.