22 Gennaio 2013

Dossetti e l'attualità del pelagianesimo

Tempo di lettura: < 1 minute

Giuseppe Dossetti

Sul Blog Settimo cielo, Sandro Magister pubblica un articolo sull’attualità del pelagianesimo, l’eresia contro cui ebbe a confrontarsi sant’Agostino. Nell’articolo, Magister riporta un discorso di Giuseppe Dossetti (Milano, 29 marzo 1953), citato da Giuseppe Alberigo in un libro del 1986 dedicato al suo padre spirituale. Così Dossetti: «La criticità ecclesiale deriva dal prolungarsi per molti secoli, fino a raggiungere un grado molto avanzato, di un certo modo cristiano cattolico di intendere il cristianesimo e di viverlo, che se si dovesse definire in forma puramente descrittiva si dovrebbe definire attivistico, e semipelagiano nel suo aspetto teologico. Per sé il cattolicesimo non è questo, ma semipelagiana è gran parte della letteratura dottrinale e dell’azione concreta dei cattolici, quando attribuisce all’azione e all’iniziativa degli uomini rispetto alla Grazia un valore di nove decimi».

Nota a Margine. Di profonda attualità, la riflessione di Dossetti. La tentazione dell’attivismo non  è solo di certo cattolicesimo cosiddetto “progressista”, proteso alle istanze sociali. Sul punto basta rileggere l’intervento del cardinale Angelo Sodano al recente Sinodo sull’evangelizzazione.