14 Gennaio 2013

"Berlusconi Presidente" nel simbolo del Pdl Maroni: "Solo del suo partito"

Tempo di lettura: < 1 minute

Un piccolo giallo è nato al momento delle presentazioni delle liste: sul logo del Pdl campeggia trionfante la scritta “Berlusconi Presidente”. Eppure gli accordi tra Lega e Pdl prevedevano, in primo luogo, che Berlusconi facesse un passo indietro e non risultasse il candidato alla presidenza del Consiglio dalla coalizione.

Maroni, che dell’accordo è stato uno dei principali artefici, ha glissato, limitandosi a spiegare che quella scritta non è riferibile alla coalizione Lega-Pdl, ma indica semplicemente Berlusconi come presidente del suo partito.

Giochi di parole per un problema che non si pone: le possibilità che il centrodestra vinca, nonostante l’ascesa nei sondaggi dopo il ritorno del Cavaliere, sono scarse se non nulle.

Intanto da segnalare che le liste che corrono alle politiche, tra quelle vere e quelle che partecipano per sport, sono 219: un problema per gli elettori, che avranno in mano schede grandi come giornali in cui ricercare il logo giusto, anche in presenza di contrassegni similari.