12 Gennaio 2013

Scoppia la guerra dei simboli clonati Grillo, Monti e Ingroia

Tempo di lettura: < 1 minute

Arrembaggio dei Pirati al momento della presentazione delle liste. Questo strano movimento, che si definisce Partito con tanto di simbolo, ha messo in atto un blitz che potrebbe rivelarsi una brutta gatta da pelare per Beppe Grillo, presentando una lista civetta simile alla sua. Il rischio che un elettore sbarri la lista sbagliata è alto. Grillo, ovviamente, si è innervosito e ha attaccato gli autori del gesto indicandoli, di fatto, come longa manus di poteri che non vogliono il suo movimento in Parlamento. Ovviamente farà ricorso, nella speranza di far sparire la lista di disturbo, ma l’esito è difficile.

Altra clonazione quella ai danni di Mario Monti, con una lista “per Monti Presidente”, e altra identica a quella di Ingroia, senza ovviamente l’indicazione del nome dell’ex pm. Da questi partiti, al momento, nessuna manifestazione di disappunto, almeno in pubblico. Ma certo anche loro si confronteranno con gli avvocati.