10 Gennaio 2013

"Intese, non trattativa" Pisanu assolve i politici del caso Stato-mafia

Tempo di lettura: < 1 minute

Nei giorni in cui il procuratore Nino di Matteo tiene la requisitoria al processo sulla trattativa Stato-mafia, Beppe Pisanu, presidente della commissione parlamentare antimafia, presenta le conclusioni dell’organo da lui presieduto. In pratica, per Pisanu, non ci fu alcun negoziato tra istituzioni e mafia, assolvendo tutti i politici oggetto del’inchiesta di Palermo. Gli indizi raccolti dalla procura in tal senso sono stati smontati, o almeno così ritiene Pisanu.

Certo, nell’inchiesta i contatti tra alcuni carabinieri ed esponenti mafiosi sono stati documentati in maniera inequivocabile. In questo caso per il presidente dell’antimafia si tratta di contatti posti in essere in una normale attività investigativa, che avrebbe preso vie contorte e sbagliate.

I pm che hanno condotto le indagini rivendicano invece come fondate le loro accuse sia nei confronti dei politici che nei confronti dei carabinieri. 

Ovviamente la Commissione presieduta da Pisanu non ha espresso l’ultima parola in merito, ma certo è sempre più difficile per i pm che sostengono l’accusa giungere a una sentenza che ne assecondi il lavoro svolto.