7 Gennaio 2013

Cameron sfida la Kirchner "Pronti alla guerra per difendere le Falkland"

Tempo di lettura: < 1 minute

David Cameron ha dichiarato di tenersi aggiornato regolarmente sulla situazione delle Falkland, aggiungendo: «Abbiamo diversi caccia e unità militari nelle Falkland. Possediamo forti armi di difesa sul posto e deve essere assolutamente chiaro a tutti che le useremo in caso di uno scontro militare».

Così, alle ripetute richieste della Kirchner per la restituzione delle isole, ultima l’appello all’Onu di inizio gennaio, il primo ministro britannico ha deciso di rispondere usando toni minacciosi e non usuali in sede di rapporti internazionali. 

Ulteriore segno di un imbarbarimento della Civiltà occidentale che intende porsi a modello di libertà per il mondo intero. 

Il rischio di una nuova guerra nelle Falkland è scarso, ma se i toni tra i due contendenti continuano ad alzarsi qualcosa può accadere davvero. A volte, per innescare conflitti, basta una scintilla.