31 Dicembre 2012

Tensione tra Bersani e Monti

Tempo di lettura: < 1 minute

Bersani chiede a Monti di far chiarezza e di dire esplicitamente con chi vuole stare, se con il Pd o con Berlusconi. Nonostante in questi giorni abbia più volte dichiarato di non voler chiudere la porta al dialogo con il centro è nelle cose che l’ex rettore della Bocconi sia il suo vero competitor alla presidenza del Consiglio. Ed è nelle cose che la campagna elettorale veda i due in polemica più o meno aperta.

Polemica anche sul ruolo di Bondi, che pur sedendo ancora su una poltrona di governo è stato incaricato di far pulizia tra i sottoscrittori dell’Agenda Monti. Un ruolo che lo ha messo un po’ in urto con Casini, il quale ha dichiarato che i candidati della sua lista saranno decisi da lui e non da altri. E polemica anche per la salita in politica dell’ex procuratore antimafia Grasso, anche se sterile: che un magistrato salga o scenda in politica è cosa abituale in Italia.

Non si scioglie ancora neanche il nodo dell’Alleanza Pdl-Lega. Maroni ieri ha candidato a premier Tosi. Ma sembra più una provocazione rivolta a Berlusconi, al quale da tempo ha chiesto un passo indietro, che una rottura definitiva. Anche se…

Insomma, la corsa è iniziata e iniziano a volare gli stracci. In questo momento anche le polemiche di Grillo sembrano passare in second’ordine. E forse anche il suo movimento. Forse.