13 Aprile 2022

Quando il consigliere di Zelensky elogiava l'Isis...

Tempo di lettura: 2 minuti

Ci hanno segnalato un video alquanto singolare, in cui Oleksiy Arestovych, il più stretto Consigliere di Zelensky, elogia l’Isis. Certo, il testo è tagliato e quindi non abbiamo il quadro completo del suo discorso, che magari poi risulta più corretto. E però, le sue parole, anche se fossero inquadrate in un contesto più ampio, appaiono inquietanti.

“I capi dell’Isis sono considerati tra i capi più capaci e di successo che ci siano attualmente: tutto è pensato nel dettaglio, anche il grado di crudeltà, una crudeltà studiata per lo spettacolo – è disumano, ma parliamo di un livello molto alto, una strategia intelligente, se si tiene conto dei loro interessi particolari”.

“Stanno agendo in modo molto corretto, c’è un bel libro in cui analizzo abbastanza bene l’Isis, per capire come gestire al meglio gli affari: e come  governare in maniera migliore… allo stesso tempo, questo è terrorismo, crudeltà di stampo medievale, significa bruciare uomini, sparare e tagliare teste. Questo è sicuramente  il network del futuro…”.

Al di là dei tagli, resta che nessun politico degno di questo nome può spendere parole di elogio per le capacità militari e comunicative dell’Isis. Forse il consigliere di Zelensky è stato tratto in inganno del fatto che l’Isis ha dichiarato guerra alla Russia, che considerava, e considera, nemico esistenziale, avendo Mosca eradicato la mala pianta in Siria e altrove. Chissà, ma l’inquietudine resta, anche perché, a quanto pare, non è l’unico a pensarla così.

A tale proposito rimandiamo un video propagandistico della resistenza ucraina che ricorda molto le clip dell’orrore dell’Isis (cliccare qui). Stiamo mandando armi a queste persone e probabilmente le integreremo dell’Unione europea… qualche domanda si pone.