4 Dicembre 2012

Dialogo tra Ankara e Mosca sulla crisi siriana

Tempo di lettura: < 1 minute

Oggi Putin si reca ad Ankara per cercare di trovare una posizione comune sulla crisi siriana. Viaggio importante per diversi motivi. Il presidente russo deve fugare le voci  sulla sua salute diffuse negli ultimi giorni dai media mondiali. Secondo tali indiscrezioni il leader del Cremlino avrebbe attraversato seri problemi alla schiena, tali da limitarne gli spostamenti e, di fatto, minarne la capacità di governo della nazione. In secondo luogo la Turchia è in prima linea nella crisi siriana e nel sostegno ai ribelli: la Russia non ha mai lesinato le sue critiche a certo incondizionato appoggio ai ribelli e questo viaggio potrebbe aprire prospettive nuove di compromesso. In terzo luogo la Turchia sta per ricevere risposta alla sua richiesta di ottenere dei missili patriot dalla Nato, da posizionare ai confini. Missili intercettori e non offensivi, vero, ma certo la richiesta potrebbe sottendere un’escalation tale del conflitto da richiedere uno scudo protettivo.