1 Dicembre 2012

Primarie, vigilia di fuoco tra Renzi e Bersani. "Temo brogli". La replica: sabotate la democrazia

Tempo di lettura: < 1 minute

Domani ultimo atto delle primarie del Pd: si decide chi sarà il segretario del partito. Una vigilia al veleno: Renzi sente odore di brogli e, con certa leggerezza rispetto alle norme che regolano le primarie, invita tutti a votare. Bersani replica duro, stavolta, e accusa il suo avversario di sporcare la consultazione. 

Intanto, in settimana, un alto esponente del partito, si è recato al Viminale per chiedere al Ministro dell’Interno vigilanza durante le votazioni. Una cosa forse normale, vista l’importanza dell’evento (si decide chi guiderà il partito che presumibilmente vincerà le prossime elezioni), ma il nervosismo che ha caratterizzato la fase conclusiva della campagna non giova.