27 Novembre 2012

Ilva, altri arresti. L'azienda ferma l'impianto

Tempo di lettura: < 1 minute

I magistrati di Taranto hanno spiccato sette ordini di custodia cautelare contro i dirigenti dell’Ilva, accusati di aver esposto i lavoratori, e i cittadini di Taranto, ai veleni prodotti dall’acciaieria. Nel provvedimento dei magistrati si ipotizza anche una complicità della Regione Puglia. Non indagato, ma sfiorato dal sospetto, anche Nichi Vendola, che della Regione è da lungo tempo il Presidente.

L’azienda chiude i battenti, cinquemila operai restano a casa.