23 Novembre 2012

Il patriarca di Gerusalemme celebrerà il Natale a Gaza

Tempo di lettura: < 1 minute

Gaza. Parrocchia della Santa Famiglia di Nazareth

Riportiamo parte di un articolo apparso sull’Avvenire del 23 novembre: «Non ha portato nulla di buono, per nessuno”. Il patriarca di Gerusalemme monsignor Fouad Twal si è detto inorridito per quanto accaduto in questi giorni a Gaza. “Da una parte i palestinesi a Gaza hanno sofferto gli attacchi aerei sproporzionati di Israele, dall’altra gli israeliani hanno vissuto l’incubo dei razzi provenienti da Gaza”. E non si lascia trascinare dal cauto ottimismo di queste ore: “Per quanto la tregua sia necessaria, non è la soluzione migliore”. Occorre di più. “Ci vuole una soluzione giusta e duratura. Bisogna capire che la situazione nella Striscia di Gaza equivale ad una prigione a cielo aperto e che per questo motivo gli abitanti disperati sono ben lungi dall’avere una vita normale”.

“Non è mai una guerra santa – ha ripetuto con vigore – e rivolgo un appello a tutte le persone di buona volontà e a coloro che hanno nelle mani i destini dei loro popoli”. Il patriarca ha voluto concludere con una preghiera: “Dobbiamo pregare Dio di donare la pace che gli uomini non riescono a ottenere”. Monsignor Twal sarà a Gaza il prossimo 16 dicembre per festeggiare il Natale con la piccola parrocchia latina. “Qualunque cosa succeda”, ha promesso»