16 Novembre 2012

Cina, via falce e martello inizia l'era di Xi Jinping

Tempo di lettura: < 1 minute

Xi Jinping sarà il nuovo leader della Cina per i prossimi dieci anni. Nel nuovo comitato permanente del partito, ridotto da nove a sette membri per essere più agile, vince un certo conservatorismo: non ci saranno affrettati salti in avanti, ma un progresso all’insegna della continuità. Già, perché un progresso, una forma diversa, nel modo di governare la nuova Cina ci deve essere per forza: proiettata a diventare la prima potenza economica del pianeta, il Dragone sarà costretto a rapporti sempre più intensi con il mondo, ponendo fine al suo millenario isolamento. «La Cina deve conoscere più il mondo e il mondo deve conoscere più la Cina», ha detto il nuovo leader, parafrasando quanto disse Giovanni Paolo II durante la sua prima visita a Cuba (il mondo si apra a Cuba e la Cuba si apra al mondo).