26 Ottobre 2012

I pm chiedono 20 mesi. Vendola: se condannato mi ritiro dalla politica

Tempo di lettura: < 1 minute

Abuso d’ufficio perché avrebbe favorito la nomina di un primario in un ospedale. Per questo reato (siamo abituati a ben altri), i pm baresi hanno chiesto 20 mesi di carcere per il leader del Sel Niki Vendola, il quale ha subito dichiarato che, se condannato, si ritirerà dalla politica.

La sfortuna perseguita gli sfidanti di Renzi alle primarie Pd: due giorni fa era stata la volta di Bersani, che aveva visto indagata la segretaria di una vita per un’assunzione sospetta presso la Regione Emilia Romagna, ora l’altro competitor, Vendola. Ironia della sorte, a tema, un’altra assunzione.

Ma al di là delle alterne vicende della fortuna, le primarie restano una sfida aperta che condizionerà il prossimo panorama politico italiano. Il grande rilievo mediatico di Renzi non sembra corrispondere a un reale smottamento di voti verso la sua persona. E sembra anche rallentare quell’endorsement di dirigenti Pd verso il sindaco di Firenze che aveva caratterizzato le prime giornate di campagna elettorale. Ma la corsa è ancora lunga e altro può accadere.