24 Ottobre 2012

Usa, Obama vince il terzo round Tv ma Romney vira al centro e resiste

Tempo di lettura: < 1 minute

Vittoria ai punti di Obama nell’ultimo dibattito televisivo prima del voto. Ma l’esito della campagna elettorale rimane incerto. Il repubblicano (o il suo staff) ha capito che certe prese di posizione alquanto guerrafondaie dei comizi precedenti potevano allontanare l’elettorato di centro e che sulla politica estera rischiava di essere schiacciato dal presidente in carica. Così ha mostrato un volto moderato e ha incassato i colpi del presidente senza arretrare: aver tenuto botta, in fondo, per Romney è stata una mezza vittoria.

Uscito illeso dallo scontro televisivo, il repubblicano può sperare ancora di diventare il nuovo inquilino della Casa Bianca, in una campagna elettorale in cui domina l’incertezza e che si deciderà all’ultimo giorno. Salvo sorprese, sempre possibili durante le elezioni americane.

Resta, però, la battuta di Obama che sta spopolando su media e web: rispondendo a Romney che ha lamentato i tagli alla difesa, in particolare il ridimensionamento della flotta, più piccola di quella del 1916, il presidente ha  detto che anche l’esercito allora aveva più cavalli e baionette. Le cose sono un po’ cambiate da allora, ha infierito il presidente: «Ora abbiamo quelle cose che si chiamano portaerei, con i jet che ci atterrano sopra. Poi ci sono anche delle cose che vanno sott’acqua e si chiamano sottomarini atomici».