24 Aprile 2017

Francia: duello a destra

Tempo di lettura: 2 minuti

Le elezioni francesi vedono la vittoria di Marine Le Pen, scontata, e di Emmanuel Macron, un po’ meno scontata. Al ballottaggio, dunque, andranno due forze di destra, quella più tradizionale rappresentata dal Front, e quella tecnocratica, incarnata da Macron.

Anche qui, come altrove negli ultimi anni, passati i tempi dei duelli destra-sinistra, si registra la sfida tra le forze di sistema, rappresentate appunto da Macron, e quelle anti-sistema, della Le Pen.

Anche in Francia, come in America, le forze anti-sistema si sono divise, una a sinistra l’altra a destra.

Molte, infatti, le affinità, pur nelle distanze, tra il movimento di Jean-Luc Mélenchon e quello nato attorno a Bernie Sanders negli Stati Uniti.

Come affinità si possono riscontrare tra la destra della Le Pen e quella di Trump.

Ma il sistema elettorale e la storia francese pongono diversità nelle affinità. In America, infatti, è sconosciuto il meccanismo della pregiudiziale anti-fascista, che spinge le forze anti-Front a coalizzarsi nel ballottaggio.

Insomma, l’uomo del destino, Emmanuel Macron, parte molto avvantaggiato. Una sua affermazione avrebbe portata globale, come significato globale hanno assunto queste elezioni, stante che il Front ha messo sul tavolo della contesa politica la Frexit, ovvero l’uscita della Francia dall’Europa.

Se attuata, sarebbe la fine dell’Europa e, insieme, della globalizzazione, eventualità che le forze di sistema non possono permettersi. Da qui il loro appoggio a Macron, il cui passato come uomo dei Rothschild dà le dovute garanzie.

La Brexit è realtà consolidata, certo, ma più che un percorso glorioso, la sua attuazione si sta rivelando irta di difficoltà e incognite.

La carica rivoluzionaria dell’isolazionismo di Trump risulta ormai appannata.

Se le forze di sistema riusciranno a chiudere anche la parentesi della Frexit, potranno ripartire con rinnovata energia.

Come si vede, nel prossimo ballottaggio francese è in gioco il destino del mondo. Settimane cruciali, si spera che alla Francia sia risparmiato il morso del Terrore.

Nota a margine. Quella pubblicata è una sintesi di un articolo scritto per occhi della guerra. Chi volesse leggere l’integrale, può cliccare qui.

9 Agosto
Caccia a Trump