29 Settembre 2012

Cina, Bo Xilai espulso dal partito. "Ora rischia la pena di morte"

Tempo di lettura: < 1 minute

Conclusa l’inchiesta interna al Partito comunista a carico dell’astro nascente della politica cinese ed emessa la sentenza: Bo Xilai è stato espulso dal partito. Giudicato colpevole di abuso di potere, ora la sua posizione sarà vagliata dalla magistratura cinese. Questa sentenza distrugge anche il sogno coltivato da Bo Xilai e dai suoi alleati, quello di una nuova rivoluzione culturale che rinverdisse i fasti del comunismo maoista. Nello stesso giorno, il Comitato centrale ha deciso la data del prossimo Congresso del partito, nel quale verranno designati i futuri timonieri della Cina: l’8 novembre. Due giorni prima si terranno le elezioni Usa. Così nell’arco di pochi giorni si deciderà chi avrà il compito di guidare le due superpotenze mondiali di fronte alle sfide poste da un mondo ancora alla ricerca di un punto di equilibrio.