18 Luglio 2012

Il Papa e le benedizioni di Gesù

Tempo di lettura: < 1 minute

«Tutta la vita di san Bonaventura, come pure la sua teologia hanno quale centro ispiratore Gesù Cristo. Questa centralità di Cristo la ritroviamo nella seconda Lettura della Messa odierna (Ef 1,3-14), il celebre inno della Lettera di san Paolo agli Efesini, che inizia così: “Benedetto sia Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo, che ci ha benedetti con ogni benedizione spirituale nei cieli in Cristo”. L’Apostolo mostra quindi come si è realizzato questo disegno di benedizione, in quattro passaggi che cominciano tutti con la stessa espressione “in Lui”, riferita a Gesù Cristo. “in Lui” il Padre ci ha scelti prima della creazione del mondo; “in Lui” abbiamo la redenzione mediante il suo sangue; “in Lui” siamo diventati eredi, predestinati ad essere “lode della sua gloria”; “in Lui” quanti credono nel Vangelo ricevono il sigillo dello Spirito Santo». Così Benedetto XVI all’Angelus del 15 luglio.