19 Giugno 2015

Impressioni da Roma

di Testo e Foto Massimo Quattrucci
Tempo di lettura: < 1 minute
preghieraNon si prega per calcolo matematico, credo, spero…ma qui al Divino Amore gli ex-voto ai lati del crocefisso sembrano le colonne di un’addizione, di una addizione infinita se ci si guarda in giro!
Non c’è più spazio sui muri, e le cantine e i magazzini del Santuario sono pieni di ringraziamenti che non hanno spazio per essere esposti. Stupisce la quantità, l’evidenza delle tante persone che hanno ringraziato e che chiedono e ringraziano! Fanno sperare, appunto, e pregare con più fiducia. La grazia (le grazie…), stanno benissimo insieme alle preghiere e le precedono. C’è un prima senza il quale niente accade dopo.
È un po’ come nella fotografia, se non accade qualcosa di bello, interessante, drammatico, importante, felice, non è possibile fotografare o, meglio, è inutile.

 

14 Dicembre
In attesa