17 Dicembre 2014

Obama, l'Hanukkah e i miracoli

Tempo di lettura: < 1 minute

imgres«Nelle otto notti della Hanukkah, gli ebrei d’America, di Israele e del mondo ricordano un antica vittoria della libertà contro l’oppressione, e rinnovano la loro fede nella possibilità dei miracoli, grandi e piccoli.
Anche nei giorni più scuri e brevi dell’inverno, la Festa delle luci è sovrabbondante di possibilità e speranza. Il coraggio dei Maccabei ci ricorda che possiamo superare difficoltà apparentemente insormontabili. Le candele della Menorah ci ricordano che anche la favilla più piccola può brillare nelle tenebre. E il miracolo al cuore della Hanukkah – l’olio che durò otto notti invece di una sola – ci ricorda che, anche quando il futuro è incerto, i nostri giorni migliori devono ancora venire.
Che questa Hanukkah ci dia il coraggio di fare ciò che è giusto, che getti luce sui miracoli di cui godiamo, e ci instilli il desiderio di condividere quei miracoli con gli altri. Dalla mia famiglia alle vostre, Chag Sameach (buona festa)». Questo l’augurio che Barack Obama ha inviato alla comunità ebraica per la loro festa.