14 Settembre 2012

Il Papa: nessuna preghiera è vana

Tempo di lettura: < 1 minute

Nell’udienza generale del 12 settembre, il Santo Padre ha commentato un passo dell’Apocalisse. In particolare, accennando alla preghiera comunitaria descritta in un passaggio del libro, ha detto: «Tutte le nostre preghiere – con tutti i limiti, la fatica, la povertà, l’aridità, le imperfezioni che possono avere – vengono quasi purificate e raggiungono il cuore di Dio. Dobbiamo essere certi, cioè, che non esistono preghiere superflue, inutili; nessuna va perduta. Ed esse trovano risposta, anche se a volte misteriosa, perché Dio è Amore e Misericordia infinita, e fa sentire la sua potenza e la sua voce sulla terra, fa tremare e sconvolge il sistema del Maligno». E di seguito, parlando della preghiera liturgica, ha esortato: «In particolare vorrei invitare con forza ad essere fedeli alla Santa Messa domenicale nel Giorno del Signore, la Domenica, vero centro della settimana!».