21 Ottobre 2014

Impressioni da Roma

Tempo di lettura: < 1 minute

reliquie teresina, coniugi Martin

 

Le reliquie di santa Teresina del bambino Gesù e, sopra, quelle dei suoi santi genitori, Zélie e Louis Martin a Santa Maria Maggiore (foto Massimo Quattrucci).

Di seguito riportiamo un ricordo di santa Teresina della sorella Céline.

 

Per essere profondamente umile, suor Teresa del bambino Gesù «si sentiva incapace di percorrere il duro cammino della perfezione», e si sforzò pertanto di diventare sempre più piccola, affinché Dio si prendesse completamente cura delle sue cose, e la prendesse tra le sue braccia, come succede nelle famiglie per i bambini più piccoli. Voleva essere santa ma senza diventare grande, perché, come le piccole malefatte dei bambini non fanno adirare i genitori, così le imperfezioni delle anime umili non possono offendere gravemente il buon Dio, e gli errori non saranno imputabili loro come colpa, secondo le parole della scrittura: «Ai piccoli si perdona per pietà». Di conseguenza si guardava bene dal desiderare di sentirsi perfetta e che gli altri la considerassero come tale, perché sarebbe cresciuta e Dio l’avrebbe lasciata camminare da sola.

14 Dicembre
In attesa