5 Settembre 2012

Indagine Bankitalia: "Lo spread giusto è a quota 200 punti"

Tempo di lettura: < 1 minute

Uno studio firmato da alcuni tecnici di Bankitalia, “Questioni di economia e di finanza”, è arrivato alla conclusione che il differenziale effettivo tra Btp (buoni del tesoro poliennali) e Bund (il corrispettivo tedeco dei Btp) non dovrebbe oscillare oltre i 400 punti, come accade adesso, ma dovrebbe attestarsi a quota 200. A «drogare» lo spread, ovvero questo differenziale, sono fattori altri da economia e finanza e derivano dalla paura dei mercati di una prossima fine dell’euro. Una conclusione, quella di Bankitalia, che riecheggia quanto già formulato, di recente, da un documento pubblicato da tecnici del Fondo monetario internazionale.