30 Gennaio 2014

La svolta di Torino, nasce Fiat Chrysler Base in Olanda tasse in Gran Bretagna

Tempo di lettura: < 1 minute

L’annuncio era stato dato e ora è ufficializzato: dopo tanti autorevoli dinieghi, finalmente Sergio Merchionne spiega che la Fca trasloca all’estero. La fabbrica cresciuta grazie ai soldi di milioni di italiani, affluiti nelle casse della Fiat per decenni in vari modi, si ricolloca in Paesi migliori. I suoi dirigenti giurano che comunque continuerà a dare lavoro agli italiani, ma di certo le tasse le pagherà altrove. Resta da capire quanti italiani saranno ancora occupati negli stabilimenti Fca e per quanto tempo (e se continuerà a ricevere sostegni dallo Stato italiano).

A Roma, con garbato francesismo, in questi casi si esclama: «Marchiò! Arridacce i sordi!».