17 Gennaio 2014

Ambasciatori convocati, l'Ue sfida Israele sulle colonie

Tempo di lettura: < 1 minute

Italia, Francia, Gran Bretagna, Spagna, con un’iniziativa forte, convocano gli ambasciatori israeliani per esprimere la loro contrarietà alla costruzione di nuovi insediamenti deliberata dal governo di Gerusalemme. Ancora più forte l’iniziativa della Germania, che ha recapitato il suo disappunto direttamente al ministro degli Esteri Avigdor Liberman, essendo il nuovo capo della diplomazia tedesca, Frank-Walter Steinmaier, in visita presso lo Stato ebraico. 

Netanyahu ha risposto piccato all’iniziativa europea ma, dopo la gaffe del ministro della Difesa Moshe Yaalon, le voci che in Israele chiedono un attutimento all’intransigenza del governo rispetto alle questioni internazionali si rafforzano. Sul quotidiano Haaretz, un diplomatico ha espresso così il suo disappunto: «Abbiamo espresso in modo molto chiaro che progetti di questo tipo rischiano di distruggere il tentativo di creare un’atmosfera positiva attorno ai negoziati».