8 Gennaio 2014

Erdogan silura 350 poliziotti "scomodi"

Tempo di lettura: < 1 minute

Si inasprisce il braccio di ferro in Turchia tra il premier e l’apparato giudiziario-investigativo che sta facendo tremare il suo esecutivo con una serie di arresti eccellenti. Con una mossa d’autorità Erdogan fa fuori molti dei vertici della polizia protagonisti della tangentopoli turca. Il premier turco, che accusa il suo rivale Fetullah Gulen, esule negli Usa, di aver orchestrato questa campagna giudiziaria, ha dato un segnale forte di reazione. La lotta che si profila sarà all’ultimo sangue. Per ora si incrociano le armi sul piano giudiziario e politico, ma è possibile che lo scontro tracimi e vada ben oltre.