4 Dicembre 2013

Il Papa: la resurrezione inizia in questa vita

Tempo di lettura: 2 minuti

Francesco ha dedicato l’udienza generale di mercoledì 4 dicembre alla «resurrezione della carne». Ha detto: «Questa è la spiegazione fondamentale: perché Gesù è risorto noi resusciteremo; noi abbiamo la speranza nella risurrezione perché Lui ci ha aperto la porta a questa risurrezione. E questa trasformazione, questa trasfigurazione del nostro corpo viene preparata in questa vita dal rapporto con Gesù, nei Sacramenti, specialmente l’Eucaristia. Noi che in questa vita ci siamo nutriti del suo Corpo e del suo Sangue risusciteremo come Lui, con Lui e per mezzo di Lui».

«Se è vero che Gesù ci risusciterà alla fine dei tempi – ha concluso -, è anche vero che, per un certo aspetto, con Lui già siamo risuscitati. La vita eterna incomincia già in questo momento, incomincia durante tutta la vita, che è orientata verso quel momento della risurrezione finale. E già siamo risuscitati, infatti, mediante il Battesimo, siamo inseriti nella morte e risurrezione di Cristo e partecipiamo alla vita nuova, che è la sua vita. Pertanto, in attesa dell’ultimo giorno, abbiamo in noi stessi un seme di risurrezione, quale anticipo della risurrezione piena che riceveremo in eredità. Per questo anche il corpo di ciascuno di noi è risonanza di eternità, quindi va sempre rispettato; e soprattutto va rispettata e amata la vita di quanti soffrono, perché sentano la vicinanza del Regno di Dio, di quella condizione di vita eterna verso la quale camminiamo. Questo pensiero ci dà speranza: siamo in cammino verso la risurrezione. Vedere Gesù, incontrare Gesù: questa è la nostra gioia! Saremo tutti insieme – non qui in piazza, da un’altra parte – ma gioiosi con Gesù. Questo è il nostro destino!».

Al termine della catechesi, Francesco ha lanciato un appello per la liberazione delle suore del convento di Santa Tecla di Maalula, ostaggio dei terroristi che abitano in Siria.

Avrebbe poi dovuto incontrare il cardinale Angelo Scola, venuto a Roma accompagnato da una delegazione dell’expo di Milano, ma l’incontro è saltato. «Sono stanco», ha detto il Papa, come spiegato dal portavoce vaticano padre Federico Lombardi.