17 Ottobre 2013

Erich Priebke, il (neo)nazismo e l'esoterismo tolteco

Tempo di lettura: < 1 minute

Piazza Fontana, interno con bomba

Fabrizio Caccia, sul Corriere della Sera del 17 ottobre, firma un ritratto istruttivo di Paolo Giachini, legale di Erich Prieke che ha tenuto banco in questi giorni con le sue polemiche intorno alle spoglie del boia delle Fosse ardeatine. «Appassionato di esoterismo e di sciamanesimo tolteco [la religione tolteca celebrava sacrifici umani di massa ndr. ], Giachini si definisce “un intellettuale” della destra e sta scrivendo un libro su Carlos Castaneda, l’autore peruviano di A scuola con lo stregone». L’uomo, che in passato ha ospitato Pribke in casa sua, spiega di aver aiutato, oltre al boia della Ardeatine e Michael Seifert (altro «boia» nazista: stavolta di Bolzano), anche Mario Tuti e Pierluigi Concutelli, personaggi chiave dell’eversione di destra di marca neofascista; ed è stato anche il legale di Delfo Zorzi, sempre della stessa area, imputato assolto per la strage di Piazza Fontana. Quest’ultimo, rifugiato in Giappone dove gestisce una società di moda con il suo ex legale, ha preso il nome di Hagen Roi, che in giapponese vuol dire «croce uncinata». Fotografia di un mondo, quello dell’eversione di destra di ascendenza neonazista, che tanta parte ha avuto nella strategia della tensione italiana. Fotografia di un passato istruttiva e di qualche attualità.