7 Ottobre 2013

Una caduta, e un mese di stop A rischio il regno della Kirchner

Tempo di lettura: < 1 minute

A soli venti giorni dalle elezioni politiche, la presidenta argentina Cristina Kirchner si deve fermare. Risposo assoluto, a seguito di una caduta, avvenuta un mese fa, ma che solo ora ha rivelato la sua pericolosità: ematoma cerebrale.

È possibile che questo riposo forzato le faccia perdere le elezioni. E se a vincere sarà qualche volto nuovo, verrà messa un’ipoteca sul futuro. Quanto sta avvenendo ora avrà ripercussioni sulle presidenziali, che si terranno nel 2015. Quando il lungo regno della Kirchner, presidenta dal 2007, potrebbe finire. Un cambiamento che avrà ripercussioni sul resto dell’America latina.