25 Settembre 2013

Riconosciuto un altro miracolo avvenuto a Lourdes

Tempo di lettura: < 1 minute

Il Bureau des Constatations medicales, l’organo composto da medici – cattolici e non -, che ha il compito di vagliare le guarigioni avvenute a Lourdes, ha riconosciuto che quanto accaduto a Danila Castelli non è spiegabile dalla scienza, quindi ha riconosciuto il miracolo. La signora di 67 anni, di Pavia, era affetta da un tumore inarrestabile che la tormentava da anni; condizione che però, come ha spiegato lei, non le ha tolto la gioia. «Il Signore mi ha fatto questo dono quando ero malata, perché lui sa fare l’impossibile».

All’Avvenire del 25 settembre racconta di esser venuta a Lourdes su indicazione del suo padre spirituale, perché «in questo luogo si incontra meglio il Signore».

Ormai terminale, la signora intende concludere il suo cammino terreno in pace «perdonando e sentendomi perdonata. Durante il bagno ho avvertito una gioia immensa; appena uscita dalle piscine del santuario ho incontrato mio marito che mi aveva accompagnato: anche lui era pacificato, mi diceva di aver perdonato e che era finito il momento più brutto. Allora ho pensato che quella fosse la vera guarigione, la fine del rancore; la parte fisica era il segno del dono che il Signore mi ha fatto».